Resoconto 1ª Prova T.R.R. Sicilia 2022


24 aprile 2022
Biancavilla (CT) – Ponte di Pietra Rossa Randazzo (CT)


Organizza: CICLOPI CATANIA CLUB 4X4

Dopo quasi 20 anni riparte in Sicilia la Regolarità Fuoristrada By F.I.F.. L’impegno profuso da quattro club storici, Ciclopi Catania Club 4x4, Fenice Club 4x4 Belpasso (CT), Sahara Club 4x4 Ragusa, Enna 4x4 Nico Blanca Club e dal neonato club Mungibeddu’s Team 4x4, ha permesso che ciò potesse realizzarsi.
La tappa di inaugurazione è stata affidata al Ciclopi Catania Club 4x4, presieduto da Antonio Contarino, con la partecipazione sia nell’organizzazione che nella logistica del Mungibeddu’s Team 4x4, il cui giovane presidente Alberto Scandurra ed i suoi altrettanto giovani soci si sono spesi, non poco, per portare a termine l’impegno assunto.
La tappa del 24 aprile è stata per i due club un banco di prova non indifferente. Ciò perché nessuno all’interno dei loro team aveva mai partecipato o avuto una qualsivoglia esperienza nell’organizzazione di una gara di regolarità fuoristrada. In ogni caso, grazie al supporto del Responsabile Nazionale F.I.F. Adriano Messina è stato comunque possibile portare a termine l’evento.
Durante la settimana precedente alla gara, molti soci F.I.F. siciliani hanno chiesto info ed alla fine ben 11 equipaggi hanno aderito e si sono iscritti. Inutile dire che la quasi totalità dei partecipanti non aveva mai avuto la possibilità di partecipare ad una gara di questo tipo.
Sin dalla partenza, comunque, ognuno dei concorrenti aveva stampato in volto un sorriso che, da solo, ha ripagato le “fatiche” degli organizzatori ed il timore di non riuscire ad ultimare il progetto. A fine tappa, quel sorriso che i concorrenti avevano alla partenza è diventato, su ognuno di loro, una risata difficile da controllare.
Andiamo alla cronaca, la gara ha avuto inizio alle 11.00, così come da cronoprogramma, ed ha avuto come primo equipaggio alla partenza il team Crisafulli Triolo – Gullotta (Team A.S.D. Club Lions Nebrodi) che a bordo del loro Suzuki Samurai sono stati l’unico equipaggio iscritto nella categoria U1.
Purtroppo il suzukino, abituato a gareggiare in pista, effettuando tappe di pochi chilometri per volta, si è dovuto arrendere dopo aver terminato la 1^ prova di classifica, lunga poco più di 12 Km, abbandonando la gara per rottura. Le parole dei componenti dell’equipaggio, immediatamente soccorsi e riportati alla partenza, sono state “non finisce qui ci rivediamo il 22 maggio”. Noi siamo qui ad attenderli con il loro scattante Suzuki.
Di seguito sono partiti gli altri 10 fuoristrada, veicoli in categoria U3, che spaziavano tra Land Rover, Toyota, Nissan e Mitsubishi.
La 1^ prova di classifica è stata vinta con 252 penalità dall’equipaggio Di Mauro – Maccarrone (Ciclopi Catania Club 4x4 – Trinacria Team 4x4), a bordo del loro Mitsubishi Pajero 2.500 Turbo.
La 2^ piazza è stata occupata dall’equipaggio Barbaro – Raciti (Team Ciclopi Catania Club 4x4) che con il Mazda B2.500 ha ottenuto 362 penalità. Il 3° posto è stato conquistato dall’equipaggio composto da padre e figlio, Macauda Rosario – Macauda Mattia (Club La Contea Off Road Modica), che a bordo del loro maestoso Patrol GR Y60 2.800 Turbo hanno totalizzato 389 penalità.
Conclusa, egregiamente, la 1^ prova di classifica è iniziata, senza lasciare il tempo di riposare ai mezzi ed ai loro equipaggi, la 2^ prova di classifica, lunga poco meno di 22 Km. Questa prova è stata, oltre che lunga, dura e combattuta per tutti gli equipaggi. Anche in questa occasione nessuno è riuscito ad azzerare. In ogni caso nonostante le difficoltà due equipaggi hanno ottenuto il medesimo tempo classificandosi a pari merito al 1° posto.

Infatti il team composto da Caliò – Raniolo (Sahara Club 4x4 Ragusa), a bordo del Toyota Land Cruiser LJ70 2.400 Turbo ed il team dei Macauda hanno ottenuto le medesime penalità, ovvero 266. Il 3° posto (considerando i primi due a pari merito) è stato conquistato dall’equipaggio Sciuto – Saitta (Ciclopi Catania Club 4x4 – Wild Tracker’s 4x4), che a bordo di un altro Toyota Land Cruiser LJ70 2.400 Turbo, ha staccato un tempo che gli ha fatto ottenere soltanto 355 penalità.
Ultimata la 2^ prova di classifica ai 4x4 ed ai loro equipaggi è stato concesso un meritato riposo con un riordino che ha permesso a qualcuno di riparare il mezzo in ebollizione, a causa di un tappo mal funzionante, e ad altri di potersi tranquillamente rilassare. Nel contempo, come concordato con gli allevatori del posto, due mandrie di ovini sono ritornate ai loro ovili percorrendo gli stessi sterrati che poco dopo sono stati attraversati dai possenti e fragorosi fuoristrada.
Pertanto, successivamente, è partita la 3^ prova di classifica, anche in questo caso, nessuno ha potuto azzerare ma è stata comunque una prova decisiva per la classifica finale. Infatti al 1° posto si è classificato il team composto dalla famiglia Macauda che ha sbaragliato gli avversari ottenendo soltanto 252 penalità, seguito a ruota dal team composto da Grasso – Giunta (team Ciclopi Catania Club 4x4), a bordo di un Land Rover Discovery 2.500 Turbo, ottenendo soltanto 371 penalità. Al 3° posto si è classificato l’equipaggio Sciuto – Saitta con 490 penalità.
La 4° prova di classifica, nonché ultima, è partita senza concedere ai concorrenti alcun trasferimento libero ed ha visto tra i primi tre classificati gli stessi equipaggi della 3^ prova mischiando tra loro le posizioni. Il 1° posto è stato ottenuto dall’equipaggio Grasso – Giunta con 167 penalità, la 2^ piazza è stata ottenuta dal team Sciuto – Saitta con 271 penalità, mentre l’ultimo scalino del podio è stato catturato dalla famiglia Macauda con 301 penalità.
Come appare evidente da quanto sin qui raccontato l’affiatamento padre figlio ha colpito ed ha permesso ai Macauda (Club La Contea Off Road Modica) di vincere la 1^ Tappa del T.R.R. Sicilia. In 2^ posizione si è classificato il team Sciuto – Saitta (Ciclopi Catania Club 4x4 – Wild Tracker’s 4x4) ed il 3° posto del podio è stato occupato dall’equipaggio Grasso – Giunta (Team Ciclopi Catania Club 4x4).
Ed ancora, ci piace menzionare l’equipaggio 4° classificato, anche in questo caso composto da due familiari (genero – suocero), Basilotta – Carmeni (Team Ciclopi Catania Club 4x4), che con soltanto 10 penalità in più, rispetto al 3° classificato, non hanno potuto scalare la classifica.
In ogni caso vogliamo ringraziare tutti gli equipaggi partecipanti che hanno permesso di portare a termine la 1^ tappa del T.R.R. Sicilia by F.I.F., che si è svolta con assoluta e gradevole competizione mista alla goliardia ed alla voglia di condividere esperienze che contraddistinguono noi fuoristradisti.
Si ringrazia il comune di Biancavilla (CT) per averci concesso gli spazi necessari alla realizzazione della partenza e per il patrocinio che ha offerto a supporto della gara.
Ed ancora il Ciclopi Catania Club 4x4 augura a tutti componenti del Mungibeddu’s Team 4X4 una splendida e prestigiosa crescita nel mondo del fuoristrada by F.I.F..
Un particolare e sentito grazie va all’amico Dino Russo che ha ospitato lo staff e tutti i partecipanti presso la sua abitazione posizionata nell’incantevole paesaggio del ponte di Pietra Rossa sul fiume Simeto.
Non è finita qui, il Ciclopi Catania Club 4x4 vi aspetta il 22 maggio 2022 nella piazza della Chiesa Madre di Centuripe (EN), antica città romana, location offerta dall’amministrazione comunale che per quella data concederà ai nostri fuoristrada di poter occupare la loro cittadina.


CLASSIFICHE 1° PROVA 2022

Condividi notizia:
Top