Certificazione tecnica Garmin Montana 750i


Azienda:          Garmin Italia




Prodotto:      Montana 750i




Anno:              2023


Il team di Istruttori della Scuola Federale FIF, con competenze specifiche nel settore, ha avuto modo di testare il dispositivo fornito da Garmin, un Montana 750i, con lo scopo di simulare le condizioni di utilizzo, anche in situazioni di uso intenso e gravoso al fine di evidenziarne i pregi ed eventuali difetti o difficoltà nel suo utilizzo. Il test tecnico cui è stato sottoposto il Montana 750i è suddiviso in macro aree, a loro volta suddivise in un elevato numero di micro test ovvero voci più analitiche che andranno a produrre una serie di giudizi, con l’analisi del prodotto e i tecnicismi di funzionamento ed infine su come l’acquirente possa intervenire in fase di customizzazione dello strumento.

// Macro aree per la valutazione:

- Hardware
- Software
- Applicazioni installate
- Connect
- Accessori
- Mappe
- Utilizzo
- Satelliti/Compatibilità/Ricezione
- Assistenza
- Formazione

// Sintesi valutazione:


1- Hardware

In questa sezione è stata valutata la componente hardware, analiticamente è emerso che il Montana 750i offre una componentistica di elevata qualità. Tuttavia si rileva che l’assenza di tasti fisici che consentano l’accesso a funzioni specifiche, eventualmente personalizzabili, sia una lacuna da colmare. E’pur vero che il tasto di accensione già prevede l’accesso diretto a delle pagine ma si ritiene che sia insufficiente per le esigenze riscontrate sul campo. Inoltre una cover più protettiva, magari con dei bordi più spessi, potrebbe preservare il dispositivo dagli inevitabili colpi e maltrattamenti tipici nell’uso in condizioni avverse. Si è altresì riscontrato un notevole surriscaldamento del dispositivo che in ogni caso non è mai andato in protezione.  Altra criticità si è riscontrata nell’utilizzo del touch screen mentre si è in movimento, i continui sobbalzi, caratteristici dell’impiego in fuoristrada, rendono difficile l’uso delle funzioni touch. Purtroppo manca la possibilità di usare delle batterie in alternativa all’originale come accade per altri dispositivi; esigenza quest’ultima che può essere risolta con l’uso di una power bank esterna, soluzione che però comporta il collegamento di un cavo con le possibili complicazioni di eventuali intralci.  Tra le voci analizzate in questa sezione quella relativa ai tasti è l’unica che non raggiunge la sufficienza affidando le interazioni con lo strumento, e come unica periferica di input, al solo display touch screen.


2- Software

Il software in dotazione al Montana 750 i soddisfa pienamente le esigenze dell’utilizzatore consentendo un elevato livello di personalizzazione. Offre tutte le opzioni necessarie nell’impiego offroad. Molto buona la durata della batteria nonostante l’ampio display. La pianificazione dei percorsi risulta piuttosto complicata e macchinosa rendendo questa attività pienamente fruibile solo con l’uso di Basecamp con la miriade di funzioni che questo software (gratuito) mette a disposizione dell’utilizzatore. La proverbiale precisione degli strumenti Garmin è confermata anche nel Montana 750i.  Molto utile la profilazione utente con la possibilità di creare profili ad hoc per le varie attività outdoor. Comodo ed utile l’accesso al manuale utente e alle FAQ presenti direttamente nello strumento. Frequente la disponibilità degli aggiornamenti del firmware rilasciati da Garmin che consentono di avere sempre le migliori performance.


3- Applicazioni installate

Le molteplici applicazioni installate sul dispositivo mettono a disposizione dell’utente il controllo di tutti quei parametri utili nelle attività outdoor. In abbinamento con le indispensabili app (Garmin Explore, Garmin Drive, Garmin Connect) da installare sul proprio smartphone si ha la possibilità di ottenere una serie di informazioni, qualitative e quantitative, e di inserire destinazioni in modo semplice e veloce oltre che apportare modifiche a tracce e waypoint. La presenza di sensori quali l’altimetro, il barometro e la bussola, permettono di monitorare attentamente le varie attività svolte all’aperto. 

Purtuttavia la mancata possibilità di installare ulteriori app sul dispositivo limita un’ulteriore personalizzazione. Su tutte spicca la necessità di una app, eventualmente anche acquistabile a parte, che faccia da trip master, atteso che esso viene utilizzato in tutte le attività radunistiche e di preparazione dei raduni stessi; il dover utilizzare un secondo dispositivo risulta scomodo e a volte pone l’utente di fronte ad una scelta: trip master o navigatore?  


4- Connect

Questa macro area ha passato in rassegna le varie possibilità di connessione con altri dispositivi del Montana 750i. Lo strumento, in linea con le esigenze interattive attuali, mette a disposizione dell’utente connessioni Wi-Fi e Bluetooth oltre al tradizionale collegamento con il cavo micro usb. Auspicabile l’implementazione di un chip NFC per rendere ancora più semplice lo scambio di dati tra dispositivi. Molto buono il servizio di cloud che consente di memorizzare in remoto i propri dati accessibili dagli altri dispositivi collegati all’account. Validissime le funzioni di import ed export di tracce, percorsi e waypoint; funzionalità ancora più potente attraverso l’uso delle indispensabili app Garmin Drive e Garmin Explore. Infine si sottolinea lo spiccato interesse per la funzione Group Ride, magari rendendola di serie almeno sui dispositivi top di gamma, dalle enormi potenzialità. 


5- Accessori

In questa sezione viene evidenziata la dotazione presente nel packaging e la compatibilità del Montana 750i con i supporti offerti after market. Si rileva all’apertura della confezione la mancanza di qualsiasi supporto per fissarlo in auto. Tutti gli accessori (ventosa, braccio, alimentatore da accendisigari, cablaggio di collegamento alla batteria etc.) vanno acquistati a parte. Utile la presenza del connettore per il collegamento di un’antenna esterna (opzionale) anche se durante i test non si è mai avvertita la necessità di farvi ricorso. 

Complessivamente delude la dotazione di serie del Montana 750i che, oltre per quanto innanzi detto, è privo anche di un RAM Mount pur presente nelle confezioni di altri dispositivi di casa Garmin (276cx, Zumo xt, Overlander, etc.). 

Effettivamente essendo un prodotto non destinato specificamente al settore automotive non ci sono gli accessori necessari all’impiego in automobile. Tuttavia si suggerisce di pensare ad un pacchetto, magari proposto all’acquisto del dispositivo e a costo promozionale, che comprenda il necessario all’utilizzo a bordo di un fuoristrada.


6- Mappe

La macro area dedicata alle mappe riveste certamente molta importanza. Non vi è la possibilità di interagire con Google maps, Earth e similari. Già pre-installate nel dispositivo si trovano mappe TopoActive navigabili e aggiornabili gratuitamente. 

E’possibile installare mappe personalizzate di terze parti dedicate ad attività specifiche. Si rileva una criticità relativa a mappe specifiche per l’offroad. 

Possono essere acquistate mappe topografiche molto dettagliate (Trek Map) o per la navigazione stradale mondiale (City Navigator) anche se queste ultime possono essere tranquillamente sostituite da quelle già on board. Una peculiarità che fa la differenza è senz’altro l’opzione per scaricare direttamente sullo strumento le immagini satellitari BirdsEye. Opportunità che semplifica la navigazione in abbinamento alle mappe installate che forniscono le informazioni di navigazione e orientamento.


7- Utilizzo

In questa sezione è stato valutato l’impiego sul campo del Montana 750i. Dopo ore di lavoro il dispositivo non ha mai dato segni di cedimento. Anche sotto il sole, a temperature elevate, il Montana non è mai stato in crisi.

Ottima la visibilità sotto la luce diretta del sole, display sempre ben oltre la sufficienza per visibilità e luminosità. La robustezza del Montana, messa a dura prova nell’utilizzo in ambienti ostili come quelli dei percorsi in fuoristrada, è stata molto apprezzata trasferendo all’utilizzatore la sensazione di estrema affidabilità. Nell’ottica sicurezza la funzione Livetrack innalza il valore del dispositivo consentendo la condivisione del nostro percorso e della propria posizione da parte di follower che possono seguire in tempo reale, attraverso l’invio di dati tramite la rete satellitare, la nostra posizione. 


8- Satelliti/Compatibilità/Ricezione  

In questa sezione sono stati presi in esame gli aspetti dedicati alla comunicazione del dispositivo con le varie costellazioni di satelliti. Come ci si aspettava il Montana 750i si è rivelato eccellente nella ricezione dei segnali provenienti dalle varie costellazioni di satelliti (GPS, Glonass, Galileo). Pur non avendo la possibilità di installare una sim GSM la presenza del sistema InReach integrato consente comunque di essere sempre raggiungibili in qualsiasi parte del mondo (con la sottoscrizione di un abbonamento a pagamento) e di poter quindi viaggiare in totale sicurezza; caratteristica questa che eleva sopra la media il dispositivo di casa Garmin.


9- Assistenza

Va preliminarmente detto che le esperienze personali possono essere le più svariate e il giudizio espresso può essere condizionato da esse. La rete di assistenza Garmin è sicuramente capillare e pronta ad intercettare le esigenze dei suoi utenti. 

Sul sito ufficiale possono essere reperite molte risposte alle domande più frequenti degli utenti cosa che evita di ricorrere all’assistenza vera e propria se non nei casi più complicati. La garanzia è in linea da quanto previsto per i dispositivi elettronici. Sarebbe auspicabile una maggiore interazione diretta con un esperto Garmin. I tempi di risposta ai problemi rappresentati risultano assolutamente accettabili.


10- Formazione

Il capitolo formazione al tempo di internet può essere declinato semplicemente con un termine: video tutorial. Cercando in rete si possono reperire video su qualunque strumento sia dal sito Garmin che da YouTube. 

Restando in casa Garmin si apprezza la disponibilità di manualistica online scaricabile gratuitamente, aggiornamenti software e di tutta una serie di utility. Molto interessante la possibilità offerta dalla Garmin GPS Academy che ha lo scopo di diffondere l’utilizzo corretto degli strumenti di navigazione satellitare.


Tabella di valutazione: