Cap Trophy

Il CAP Trophy è una disciplina che si basa sul ritrovamento di oggetti o luoghi da individuare conoscendo la loro posizione geografica sul territorio indicata dagli organizzatori mediante delle coordinate GPS. Sostanzialmente si tratta di una caccia al tesoro in cui bisogna ritrovare il maggior numero di obiettivi (o lanterne) per incamerare più punti possibili percorrendo meno chilometri. Una prova CAP è caratterizzata sia dall’abilità di guida del pilota e preparazione del veicolo che dalla bravura del navigatore nell’impostare la strategia di ricerca degli obiettivi al fine di ritrovarne il maggior numero con la minor percorrenza possibile.

Anche il CAP Trophy richiama i vecchi tempi del fuoristradismo italiano quando muniti di bussola, cartina e goniometro gli equipaggi, senza l’ausilio dei moderni navigatori o computer, raggiungevano quella che allora si chiamava “lanterna”. Spesso fiumi e monti rendevano le cose complicate dovendoli aggirare per raggiungere l’obiettivo, cosa che accade esattamente anche oggi potendo però contare su strumenti tecnologici che facilitano non poco il compito.

Le regole sono molto semplici ogni equipaggio, composto da due persone con un veicolo a trazione integrale in regola con il codice della strada, deve trovare il maggior numero di punti geografici segnalati dall’organizzazione mediante coordinate in primi, gradi, millesimi, con l’ausilio di un rilevatore di posizione satellitare, bussola, cartina, goniometro, righello e tutto il necessario per esprimere al meglio le proprie capacità di orientamento.

Una volta raggiunto il punto segnalato l’equipaggio deve riportare su una apposita tabella di marcia la “chiave” di solito si tratta di rispondere ad una domanda su un particolare del posto, scattare una foto digitale, al fine di dimostrarne l’effettivo raggiungimento.

Il regolamento prevede una suddivisione del territorio in più macro aree: Area Nord, Area Centro, Area Sud e due aree insulari distinte per Sardegna e Sicilia. La classifica generale delle varie aree determinerà quali saranno gli equipaggi che parteciperanno alla finale nazionale che incoronerà in Campione Italiano della disciplina. Il CAP TROPHY non fa parte prettamente della tipologia “gare” per cui non è regolamentato da ACISPORT ma fa parte delle discipline fuoristradistiche promosse direttamente dalla Federazione Italiana Fuoristrada.


Documentazione Cap Trophy:


Visualizza l’elenco del
consiglio federale

Visualizza i contatti
dei delegati regionali

Dubbi o domande ?
entra in contatto!