finale-trci-2017-1-magliano-sabina-off-road-logo Resoconto terza tappa TRCI

Resoconto terza tappa TRCI

26/27 Ottore 2019 Magliano Sabina (RI)

Il comune di Magliano Sabina ospita la terza prova del Trofeo Regolarità Centro Italia by F.I.F. , prova denominata “5° Roma 4×4 Adventure CUP”.

Sono 10 gli equipaggi che prendono il via dalla centralissima piazza Giuseppe Garibaldi, allestita per l’ occasione anche grazie all’ impegno di Monia Nesta, titolare della delegazione ACI di MAgliano Sabina, e che si daranno battaglia per i 130 km totali di gara. Ben cinque le prove cronometrate, preparate dai ragazzi del Roma 4×4 Adventure, che decideranno, la mattina del 27, la classifica finale.

Dopo  l’ adempimento delle consuete pratiche di rito, tra cui accreditamento e verifiche tecniche e sportive,  da parte dei commissari ACI SPORT alle ore 22.00 a dare il via alla manifestazione è il Sindaco GIULIO FALCETTA.

Le prove cronometrate sono molto varie e studiate per far divertire praticamente tutti i “tipi” di fuoristradista: la prima prova, purtroppo annullata dopo il passaggio dei primi partecipanti, si svolge intorno ai campi della campagna maglianese.

La seconda prova sale in montagna, percorso stretto, metà in salita sottobosco con sassi sparsi qua e la che rallentano l’ equipaggio composto da Vincenzo Dante e Federico Lezi su Mitsubishi Pajero 2500 td i quali arrivano a pochi km del fine prova con solo il cerchio della ruota posteriore destra. Qualche minuto per cambiare la gomma e giù in discesa per i 3 km di prova velocissimi. Vincono la prova Stefano Moro e Tiziano Menichini del Friends’ Roma Club su Mitsubishi Pajero 2.8.

La terza prova è la più completa ed è quella che, purtroppo,  miete più vittime. Ben tre sono gli equipaggi che costretti ad abbandonare la gara: Daniele Travaglini – Sergio Luzzi su Pajero 3.2 Td (Roar Roma Club) riduttore rotto, Domenico Adorante navigato da Francesco Proietti su Suzuki Samurai 1.6, del Club Fuoristrada Abruzzo, alla loro seconda gara, causa semiasse rotto durante il traino del Pajero di Travaglini. Abbandonano anche l’ equipaggio del Suzuki Samurai targato toscana (GDM 4×4) di Michele Abeniacar – Luca Macrini per problemi al motore.

Ancora una volta, e sarà cosi per tutte le altre prove, ad aggiudicarsi la PC sono Moro – Menichini con pochissimo ritardo.

PC4 molto navigata, si attraversano delle radure con tracce poco visibili che mettono in seria difficoltà i navigatori.  Qui è da segnalare la bellissima seconda posizione ottenuta dal team Malatesta, Alessandro e Chiara del Roma 4×4 Adventure, padre e figlia su Hyundai Galloper 2.5 td (sesti assoluti e quarti in U4). E’ la speciale per chi non ha paura di dare gas in discesa…

Arriviamo all’ ultima PC dove il protagonista è il fango oltre a, ovviamente Stefano e Tiziano che riescono ad “azzerare” la PC. Ottimo secondo tempo dell’ altro equipaggio abruzzese su Suzuki Samurai Dario Matricardi e Nicole di Fabio rispettivamente del Dirty Wolf e Maiella Adventure che chiudono la gara in quarta posizione. Anche loro sono alla seconda partecipazione ad una gara di regolarità fuoristrada, chiuderanno con un ottimo quarto posto assoluto e primi in categoria (U1).

Vincitori assoluti Stefano Moro – Tiziano Menichini (primi in U1), seconda posizione per Mauro Scopa e Alessio Rizzo (1°posto U2) su Suzuki Jimny 1.3 turbo che riescono a finire la gara con il differenziale anteriore rotto, terzi Vincenzo Dante (Roar Roma Club) e Federico Lezi (ASD Adventure Roma) che risultano anche secondi in U3.

Terzi in U3 i veterani Carlo Giometti navigato da Claudio Carlucci che chiudono in quinta posizione. Purtoppo, anche se arrivati quasi a fine gara, Stefano Sabbi e Fabrizio Rocuzzo del Road Runner Velletri risultano fuori tempo massimo.

Le premiazioni si svolgono, alle 5.00 di mattina, nella sala comunale e vengono presenziate dal Sindaco Giulio Falcetta, dal presidente Dario Muffolini del club organizzatore Roma 4×4 Adventure, dal responsabile T.R.C.I. Adriano Messina e dal funzionario ACI Sport Ottavio Busardò.


Ci teniamo a raccontarvi un aneddoto accaduto durante la notte in piazza mentre i nostri piloti si davano  battaglia tra una prova cronometrata e un’altra.

Grazie alla presenza dell’ ambulanza del gruppo P.A. volontariato di Rignano Flaminio e al medico Fabio Favorito è stata salvata la vita ad una signora residente a Magliano Sabina che si è improvvisamente sentita male.

A Magliano Sabina non c’è un ospedale e il più vicino è a Civita Castellana e ci vogliono 20’, troppi per salvare una persona in situazione grave. Fortunatamente in piazza c’erano i fuoristradisti e la loro ambulanza con tanto di medico a bordo che ha prestato subito soccorso alla signora, salvandola, in attesa dell’arrivo del 118.

Questo per dirvi che ad ogni nostra manifestazione facciamo di tutto per garantire standard di sicurezza elevati sia per quanto riguarda gli equipaggiamenti dei fuoristrada sia con un attento sopralluogo del percorso e sia per la presenza di un ambulanza medico a bordo per tutta la durata dell’ evento.

Ringraziamo calorosamente i volontari.


PER INFORMAZIONI: Pagina Facebook | adriano.messina@fif4x4.it