REGISTRO ITALIANO FUORISTRADA STORICI FEDERAZIONE ITALIANA FUORISTRADA

logo-FIF-Settore-Storico REGISTRO ITALIANO FUORISTRADA STORICI FEDERAZIONE ITALIANA FUORISTRADA

Modena, 01 novembre 2015

Si è conclusa da poco la grande kermesse del fuoristrada al 4×4 Fest di Carrara, evento che ogni anno riunisce tutti gli appassionati del settore dei veicoli a trazione integrale. L’evento, oltre alla presentazione delle novità del settore presentate dalle case produttrici di veicoli e dalle aziende specializzate, è stato vetrina delle iniziative che ruotano attorno al mondo del 4×4.

Grande interesse ha suscitato, tra i visitatori e gli operatori della fiera, lo stand della Federazione Italiana Fuoristrada, dove, oltre ad altre iniziative, è stato presentato il tanto atteso e rinnovato “SETTORE STORICO F.I.F.”.

La postazione con il personale responsabile del settore storico è stata meta dei numerosissimi appassionati dello specifico settore presenti che hanno accolto l’iniziativa con grande entusiasmo mostrando un interesse superiore alle più rosee aspettative.

Oltre alla predetta postazione, al fine di suscitare un maggiore interesse, sono state presentate alcune attività collaterali quali un’esposizione statica, il “Giro della Cave” dedicato alle vetture storiche e un Concorso Estetico (non tecnico) riservato al pubblico con estrazione finale di un premio messo gentilmente in palio dalla nota ditta di accessori e preparazioni per fuoristrada TOTANI, che per la cronaca è andato alla bellissima Willys del 1954 veramente ben conservata e tenuta in maniera maniacale.

Hanno alternato la loro presenza nella postazione, il Responsabile Nazionale del Settore Storico e Consigliere Federale Riccardo PAOLI e i responsabili per le macro-aree Nord e Centro rispettivamente Davide BELTRAME e Simone BINDI, che hanno risposto alle domande rivolte dal numeroso pubblico che ha visitato lo stand e illustrato il programma di eventi e iniziative che caratterizzeranno il 2016.

Dopo questo preludio carrarese ci approntiamo a un anno denso di eventi che vedrà il Settore Storico F.I.F., con la messa a regime delle iniziative che illustreremo sinteticamente di seguito, certamente protagonista di una crescita tanto auspicata dagli appassionati:

  1. ORGANIGRAMMA:
  • definizione, con l’aiuto e il suggerimento delle Delegazioni Regionali, delle figure tecniche che andranno a formare le squadre di valutazione dei veicoli e che saranno alle dipendenze dei responsabili delle rispettive Macro-aree;
  • definizione delle figure tecniche di livello nazionale di specialisti di marca automobilistica che saranno i perni per le perizie valutative.
  1. ASSICURAZIONE VEICOLI DI INTERESSE STORICO:

          Ufficializzazione delle tre polizze che interesseranno le vetture ultraventennali.

  1. REGISTRO STORICO F.I.F.:

          Censimento nazionale e schedatura dei veicoli d’interesse storico.

  1. RADUNI NAZIONALI:
  • istituzione di un raduno storico annuale per macro-area;
  • organizzazione di una manifestazione nazionale di regolarità, denominata 100 Miglia 4×4 Storici, da disputarsi sotto l’egida della Macro-area Centro, presumibilmente in Toscana, da effettuarsi in un fine settimana della prossima primavera inoltrata.
  1. CLUB:

          Favorire la nascita di una sezione storica all’interno di ogni Club con un tesseramento dedicato ai soci interessati.

  1. RIVISTE STORICHE ED EVENTI FIERISTICI:
  • sono stati istituiti degli accordi con le maggiori riviste del settore che porteranno alla pubblicazione mensile di un bollettino informativo e bimestralmente di prove tecniche dei veicoli più rappresentativi;
  • partecipazione con uno stand ad almeno due appuntamenti fieristici nazionali che certamente sarà il Carrara 4×4 Fest e probabilmente “AUTO D’EPOCA” di Padova e/o “AUTOMOTORETRÒ” di Torino.

Vediamo adesso nel particolare le linee guida che abbiamo deciso di seguire.

Il Registro Italiano Fuoristrada di Veicoli Storici 4×4 dotati di riduttore, nasce da un’idea di alcuni soci della F.I.F. per la necessità di creare una sezione esclusiva per tutte quelle autovetture appartenenti al mondo del fuoristrada che, ormai raggiunto il loro limite di età operativo, si assumono il dovere di tutelare, conservare e trasmettere le loro caratteristiche progettuali e tecniche, favorendo la divulgazione dell’opera di collezionismo intrapresa dai loro proprietari che ne dovranno quindi seguire la conservazione o il restauro in maniera dettagliata e maniacale.

Lo scopo di questa sezione è di fornire tutti gli strumenti e le indicazioni precise di ogni casa costruttrice di questi veicoli che hanno fatto la storia del “fuoristradismo”, per far si di mantenerne e aumentarne il valore storico ed economico ed evitare il loro deperimento o addirittura la scomparsa e la conseguente perdita culturale.

La Federazione Italiana Fuoristrada crede fortemente che quest’opera sia non solo auspicabile ma doverosa e obbligatoria.

Il Settore Storico F.I.F. si prefigge, con la costituzione di varie squadre di esperti, di fornire indicazioni e consulenze per ogni tipo di problematica derivante dalla conservazione e restauro di questi veicoli, impegnandosi a stipulare convenzioni con carrozzerie, officine meccaniche, elettrauto e ricambisti in modo da ottenere prezzi calmierati per i soci che volessero intraprendere questi recuperi; contemporaneamente saranno favorite tutte le partecipazioni a manifestazioni inerenti a esposizioni statiche e non, quali ad esempio la Fiera 4×4 di Carrara, ormai divenuta un classico per la F.I.F., nonché raduni specializzati, convegni, rievocazioni storiche e/o militari o gite dalle caratteristiche strettamente turistiche.

Per aiutare la proliferazione di tutte queste attività il Settore Storico intende favorire la formazione all’interno dei Club affiliati di una “Sezione Storica” che potrà usufruire di una serie di vantaggi, che comprenderanno anche l’accesso a prodotti assicurativi convenzionati F.I.F. per i veicoli d’interesse storico che avranno tariffe particolarmente convenienti.

Già a partire dalle uscite editoriali del mese di ottobre due delle maggiori riviste di auto storiche ospiteranno un “bollettino” che mensilmente proporrà il calendario delle attività in ambito regionale e/o nazionale; in una fase successiva a questo notiziario si affiancheranno servizi di reportage e prove tecniche dei mezzi più rappresentativi.

Passando all’ambito più strettamente tecnico gli indirizzi organizzativi saranno i seguenti:

  • TERRITORIO NAZIONALE

Vista la vastità del territorio nazionale, si è ritenuto opportuno suddividerlo in tre macro-aree, NORD, CENTRO, SUD ed ISOLE.

Ogni macro-area avrà un suo responsabile cui sarà data la facoltà di crearsi uno staff di collaboratori, nel numero che riterrà opportuno.

Sarà compito di ogni Responsabile di Macro Area elaborare e conservare un ALBO di REGISTRO dove sarà annotata ogni autovettura fuoristrada 4×4 considerata storica, oltre i 20 anni dalla costruzione della casa madre, sia essa sia già stata immatricolata all’estero o circolante su territorio nazionale.

  • ESPERTI VALUTATORI/GIUDICI.

Saranno istituite delle commissioni di valutatori/giudici che dovranno periziare i veicoli i cui proprietari saranno interessati di fregiarsi dell’emblema del Registro Storico F.I.F. e per la loro formazione si consulteranno i Delegati Regionali, che essendo legati al territorio sapranno suggerire e consigliare al meglio il Responsabile stesso.

  • SCHEDE DI VALUTAZIONE.

Sarà progettato un modulo parametrizzato, valido per tutti i veicoli indipendentemente dalla marca, con cui poter valutare i fuoristrada in modo univoco e semplice durante i vari eventi del settore e che vada conseguentemente a costituire il data-base storico della FIF.

  • RAPPORTI CON I REGISTRI STORICI ESISTENTI.

Nel limite del possibile si cercherà di collaborare con i vari registri monomarca esistenti, in modo da poter arrivare a uno scambio dati positivo per tutti.

  • EVENTI E MANIFESTAZIONI.

Sarà redatto un calendario nazionale con un evento annuale per macro-area finalizzato al Raduno Nazionale Storico F.I.F. che si terrà durante la Fiera del 4X4 di Carrara.

Ogni responsabile di macro-area, avvalendosi dello staff che si sarà creato e sentite le esigenze dei vari club interessati al settore storico, avrà il compito di redigere un calendario per la propria area di competenza.

Sarà agevolata la creazione, all’interno di ogni Club, di un SETTORE STORICO, fornendo per quanto economicamente sostenibile, il materiale necessario a questa promozione.

Detto questo esponiamo alcune indicazioni di carattere generale.

Hanno diritto all’iscrizione sull’Albo di Registro Storico, tutti i possessori di fuoristrada 4×4 considerati storici regolarmente iscritti e in possesso della Tessera FIF Registro Storico, in corso di validità annuale.

Il Tesseramento al Registro Italiano Fuoristrada Storici FIF potrà essere fatto presso qualsiasi Club affiliato FIF al costo della tessera FIF più il corrispettivo che ogni singolo club ritiene di far per l’iscrizione al club stesso.

Tutti i fuoristrada dovranno essere in regola con il codice della strada ed esibire al momento della perizia, la vettura al meglio dell’originalità, il loro restauro o la sua conservazione, rispettandone tutti i canoni di costruzione originale della casa madre.

Dovranno essere esibite tutte le fotografie richieste che attesteranno la veridicità del mezzo e che saranno allegate in duplice copia sul cartaceo che rimarrà anche al proprietario.

I Responsabili Macro Aree dovranno comunicare ogni loro iniziativa al Consigliere Federale con incarico del Settore Storico il quale avvalendosi di consiglieri qualificati potrà rilasciare la Certificazione che attesta e perizia lo stato di fatto del mezzo e provvederanno alla corretta iscrizione sull’Albo.

Saranno indetti tre livelli di certificazione:

  • ATTESTATO INTERESSE STORICO (AIS) che attesterà la costruzione del mezzo oltre 20 anni e in fase di restauro o di conservazione.
  • ATTESTATO DI VEICOLO RESTAURATO (AVR) che attesterà la costruzione del mezzo oltre 30 anni e restaurato con indicazioni per il miglioramento dello status stesso.
  • ATTESTATO DI VEICOLO CONSERVATO (AVC) che attesterà il mezzo egregiamente mantenuto oltre i 30 anni.

Gli attestati avranno una validità di due anni e alla scadenza il fuoristrada dovrà essere sottoposto nuovamente a revisione periodica per confermare e rinnovare l’attestato originale.

E’ nelle prerogative e obiettivo della Federazione Italiana Fuoristrada riuscire ad ottenere il riconoscimento del Settore Storico F.I.F. presso tutti gli Enti e Ministeri competenti.

Concludendo, si precisa anche che riteniamo opportuno che il veicolo “CERTIFICATO FIF” non perda questo status al momento di un eventuale uscita del proprietario dalla Federazione Italiana Fuoristrada, questo nell’ottica di ottenere un’autorevolezza nazionale indipendentemente dal Registro d’iscrizione.

Il Consigliere Federale responsabile SETTORE STORICO

Riccardo Paoli

Cell. 335-5259618 e-mail riccardo.paoli@fif4x4.it

F.I.F. SETTORE FUORISTRADA STORICI

Strada Vignolese, 1120/40- 41126 Modena

Tel. 059 – 451621/Fax. 059 – 3160105

www.fif4x4.it