Quinta prova CIVF by FIF 2017

Quarta prova CIVF by FIF 2017

prima-prova-civf-by-fif-2016 Quinta prova CIVF by FIF 2017

 

Quinta prova CIVF by FIF 2017
31° Trofeo Veglio 4×4

 Campionato Italiano Velocità Fuoristrada 

2 e 3 settembre 2017

Circuito di Veglio (BI)

Save the date! 2/3 settembre 2017 edizione nr. 31 del Trofeo Veglio 4×4, per questa “ormai classica” del C.I.V.F., l’unica a poter vantare un numero così alto di edizioni.

Pista molto tecnica, stretta e con un grado di difficoltà elevato ed un dente (la famosa salita dei milanesi) che solo a vederlo fa tremare i polsi. Spettacolari sono stati negli anni i ribaltamenti che via via si sono succeduti; nomi altisonanti, qui, hanno dovuto pagare pegno.

Il “Bernardo Seletto” (questo il nome dell’impianto) ha visto nel 2016 la vittoria del giovane Tonino Riccardo, ventisettenne di Biella che, con il suo Jeep Wrangler 1900 td, un prototipo di Classe B2, ha avuto la meglio su Paolo Gattoni, a bordo di un suzuki turbo prototipo B1 e  Daniele Lei, con una vettura motorizzata con motori da moto, di Classe M.

Chi riuscirà a vincere questa edizione 2017 ? Bella domanda! 3 Piloti su tutti che oltre a giocarsi la vittoria finale, continueranno nella ricorsa per il Titolo di Campione Italiano, Emanuele Lagrotteria, attuale leader di Campionato, “il pirata” Ivano Nicoletta ed anche se in leggero ritardo, the doctor Stefano Fioroni,  questi i nomi dei papabili per la vittoria finale. Riuscirà Nicoletta, schiacciato tra i motori da moto, a rivincere il Campionato, oppure avremo un nuovo Campione alla sua prima volta ?

Stay with us !!


veglio17 Quinta prova CIVF by FIF 2017

Scarica il modulo di iscrizione alla gara


Caratteristiche Circuito di Veglio

Il percorso di Veglio, nato alla fine degli anni ‘70, ha subito notevoli variazioni e modifiche fino a raggiungere la conformazione odierna.

Esso ha una lunghezza variabile dai 1450 ai 1750 metri in diverse configurazioni, tutte omologate, e per il C.I.V.F. viene ripetuto più volte (dalle due alle tre a seconda della configurazione scelta) e dalla partenza posta a metri 700 s.l.m. si raggiunge la quota di metri 570 seguendo una serie di saliscendi ,in alcuni tratti vertiginosi ,con pendenze che in alcuni punti raggiungono i 60 gradi e oltre. Percorso molto tecnico, differisce notevolmente da tutti i tracciati del C.I.V.F. tanto da farle avere l’appellativo di “Santuario del fuoristrada” o “senato del fuoristrada”.

Di velocità media non elevata ( circa 20 km/h ) ma con notevoli tratti guidati, il percorso di Veglio è giudicato dalla maggior parte dei piloti il più bello d’Italia.

Ancora oggi, a Veglio, la differenza la fa il pilota; è un percorso che dà la possibilità di mettere in luce le doti tecniche del pilota relegando in second’ordine il mezzo.

Questa caratteristica fa apprezzare il nostro tracciato al pubblico, tanto che durante la fase di progettazione si è voluto porre al centro dell’attenzione la sicurezza per lo stesso, confinandolo in apposite aree all’uopo destinate. Oggi il simbolo di questo sforzo è il ponticello in legno posto in zona partenza che, attraversandolo, porta al sentiero all’interno del bosco.

Oggi , in onore al sindaco che ha creduto in noi e scomparso nel 2005, il circuito permanente di Veglio si chiama “Bernardo Seletto”.

veglio Quinta prova CIVF by FIF 2017