Eurotrial 2015 San Marino – Il Tricolore sventola più in alto di tutti.

Gli ostacoli, tutti decisamente impegnativi, di Eurotrial 2015 disseminati lungo i vari percorsi di gara disegnati nella “Pista della Baldasserona” della Repubblica di San Marino hanno emesso il loro definitivo e inoppugnabile verdetto e proprio questo verdetto permette di iniziare il resoconto della Competizione Continentale di “Trial 4×4” dalla fine.
Due gradini più alti dei sei podi si sono meravigliosamente colorati con il verde, il bianco e il rosso della bandiera italiana.
Con una serie di ottime prestazioni gli Equipaggi tricolore hanno regalato alla Nazionale Italiana la grandissima soddisfazione di, rinverdendo allori non lontani, conquistare il trofeo riservato ai vincitori della classifica riservata alle Compagini nazionali.
Tra tutte spicca la stupenda prestazione dei riminesi Fabio Fiumana e Karin Pasini, compagni nella vita e nell’avventura trialistica, che, con una seconda giornata di gara ben oltre i limiti della perfezione tecnica e nervosa, sbaragliano la concorrenza e mettono la loro firma sul primo gradino del podio del Gruppo Veicoli Pro-modified.
Si può ora tornare all’inizio dell’avventura continentale del Trial 4×4.
Sin da quando hanno ricevuto l’incarico di organizzare l’edizione 2015 del Campionato Europeo di Trial 4×4 i ragazzi del San Marino Fuoristrada Club si sono impegnati in un duro, impegnativo e stressante lavoro che ha avuto come risultato una edizione di Eurotrial che ha suscitato i più lusinghieri e positivi commenti; più volte sono stati costretti a mediare, cosa non certo facile, i loro impegni professionali e famigliari con il lavoro derivante dall’organizzazione di una così importante Manifestazione. Significativa la collaborazione della Federazione Italiana Fuoristrada che ha fornito un determinante supporto tecnico logistico per la perfetta riuscita della manifestazione.
Può essere definito eroico il lavoro, durato vari giorni, di chi ha lavorato sotto un sole cocente e una temperatura ai limiti della sopportazione per realizzare i 16 tracciati con cui si sono confrontati i 108 Equipaggi che si sono presentati ai nastri di partenza.
Eurotrial 2015 è ufficialmente iniziato alle ore 9 di giovedì 23 con le verifiche tecniche delle vetture iscritte, verifiche che sono terminate nel pomeriggio di venerdì 24. Nel corso delle verifiche i Tecnici controllano che le vetture rispettino le norme internazionali e che abbiano tutti i requisiti di sicurezza atti a garantire l’incolumità dei Concorrenti nel caso di malaugurati, ma non impossibili incidenti. Non bisogna dimenticare che le gare di Trial 4×4 si svolgono su terreni accidentati e che può capitare di mettere la vettura su un fianco se non con le ruote all’aria. Proprio per questo il fattore sicurezza è di capitale importanza nel Trial 4×4.
Ovviamente i verdetti emessi dagli ostacoli cui si faceva riferimento all’inizio non erano riferiti solo alla classifica per Nazioni e al Gruppo Veicoli Pro-modified quindi… di seguito gli altri risultati.
I bolognesi Francesco e Giovanni Piana avevano concluso la prima giornata di gara al primo posto, ma una sfortunata serie di inconvenienti li hanno relegati sesta posizione nella classifica del Gruppo Veicoli Original che ha visto la vittoria agli ungheresi Pal Grundval e Laszlo Nemeth che avevano chiuso la prima giornata di gara al terzo posto. Hanno confermato la seconda posizione di sabato i toscani Stefano Camporesi e Luca Cesarini che chiudono la gara distanziati di soli 10 penalità (190 contro 180) dai vincitori. Terza piazza per l’elvetico Markus Brugger che gareggia senza il supporto del navigatore. Medaglia di legno per i magiari Mihail Eigner e Pal Grunwald che precedono gli italiani Daniele Bruni e Daniele Mongiovi.
La vittoria nel Gruppo Veicoli Standard è andata all’ungherese Zoltan Molnar; piazza d’onore per i toscani Virgilio Vezzosi e Sauro Capaccioli che con il loro bianco Jimny precedono il Cherokee dei Cechi Lukas Krecek e Jan Pulchart. Ai piedi del podio gli slovacchi Ivan e Reno Strieborny che precedono di soli 3 penalità gli italiani Riccardo Boenzi e Marco Mattesini.
Non riescono purtroppo a confermare la seconda posizione conquistata nella passata edizione del Campionato Europeo di Trial 4×4, Stefano Provera e Giorgia Sforzin che avevano concluso la prima giornata al terzo posto, ma che chiudono lontanissimi dal podio per una serie di sfortunati inconvenienti.
Il norvegese Ronny Aslasken, anche lui senza il supporto del Copilota, conquista la vittoria nel Gruppo Veicoli Modified con 20 penalità, alle loro spalle distanziati di 5 penalità i Cechi Marek Vodrazka e Jan Uhlir. Ancora una volta la cristallina e inconfutabile classe di Ezio Casadei, da tutti definito “il Mitico”, ha avuto la meglio conquistando, assieme al fido Giorgio Venturi, il terzo gradino del podio con una vettura, la conosciutissima Jeep Willis, che non è certo all’altezza delle avversarie e dimostra tutti gli anni trascorsi da quando ha visto per la prima volta gli ostacoli del Trial 4×4. Seguono nell’ordine i tedeschi Edgar Bigler e Meik Schaaf, gli svizzeri Michael Luber ed Erwin Ryter e i toscani Mario Piantini e Mauro Fagioli. Decima posizione per Giacomo Gianelli che precede Valerio Visani e Lucio Malavolti.
Indispensabile tornare sulla splendida vittoria di Fabio Fiumana e Karin Pasini nel Gruppo Veicoli Pro-modified.
Fabio e Karin avevano chiuso la prima giornata di gara al quarto posto con un passivo di 14 penalità contro le zero penalità dei tre Equipaggi che li precedevano. Nella giornata di domenica i due riminesi continuavano con grande calma e con il loro stile di guida che nulla concede allo spettacolo, ma punta diritto al superamento degli ostacoli chiudendo la manche con soli 5 punti di penalità; i loro diretti avversari invece di errori ne facevano molti tanto che il migliore dei tre di penalità ne totalizzava 34. la classifica finale vedeva così i raggianti, e commossi, Fabio e Karin salire, tra gli scroscianti applausi dei compagni di avventura, sul gradino più alto del podio precedendo gli svizzeri Cornelius Feuerstein e Martin Merz. Della Confederazione Elvetica anche il terzo Equipaggio classificato composto da Peter Hofner e Renè Marte. Ungherese l’Equipaggio quarto classificato che vedeva al volante Robert Haidu con a fianco Adam Szopko. Lusinghiera la settima posizione conquistata da Loris e Yuri Fattori, rispettivamente padre e figlio. Primi tra i Sanmarinesi e ottavi assoluti Cristian Severini e Dario Giulianelli. Dodicesima posizione per Claudio Bassi e Sabrina Serri.
È della Repubblica Ceca il primo gradino del podio del Gruppo Prototypes grazie all’Equipaggio composto da Bodan Nowy e Petr Kousal che sono protagonisti di una gara ai limiti dell’eccellenza, chiudono infatti con soli 89 penalità contro i 238 dell’Equipaggio secondo classificato composto dagli svizzeri Patrick Deleze e Sara Courtine; medaglia di bronzo per gli spagnoli Jacobo Blanco e Bibiana Pernas. Ottima la quinta posizione conquistata da Primo Brandi e Simone Corazzini.
Per ciò che riguarda la classifica riservata alle squadre nazionali, detto della prima posizione della compagine Italiana che ha chiuso con 222 punti, si e classificata al secondo posto la Svizzera, con 203 punti, che ha preceduto l’Ungheria con 169 punti e la Germania con un solo punto in meno. Buona la prestazione della Squadra Sanmarinese che ha chiuso al settimo posto con 113 punti.
Il sole era già sceso all’orizzonte quando la Manifestazione perfettamente organizzata dal San Marino Fuoristrada Club con il significativo e importante apporto della Federazione Italiana Fuoristrada e in cui tutti si sono espressi al massimo delle loro possibilità ha visto la sua conclusione con la festa delle premiazioni nel corso della quale equipaggi e squadre nazionali hanno ricevuto gli importanti trofei conquistati con pieno merito.
Gli specialisti nazionali del Trial 4×4 si ritroveranno a inizio settembre a Monterenzio, in provincia di Bologna per la quarta prova del Campionato Italiano di Trial 4×4, ottima occasione per incontrare di persona i protagonisti di Eurotrial.

Per l’edizione 2016 di Eurotrial occorrerà affrontare la trasferta in Germania dove la Nazionale azzurra tenterà di difendere e migliorare i risultati ottenuti nella Repubblica del Titano.

Testo e foto di Giuseppe Moretti – Ufficio Stampa Eurotrial 2015 San Marino